Giovedi, settembre 29, 2022

Preparati a pagare di più per i pomodori, poiché i coltivatori californiani sono in preda al clima estremo

La salsa di pomodoro sente la compressione e il ketchup non riesce a recuperare.

La California coltiva oltre il 90 per cento dei pomodori in scatola degli americani e un terzo di quelli del mondo. La continua siccità nello stato ha danneggiato la semina e la raccolta di molti raccolti estivi, ma la fame d'acqua I “pomodori da trasformazione” sono coinvolti in un contesto particolarmente infido vortice (un "tormado"?) di problemi che secondo gli esperti stimolerà i prezzi a salire molto più di loro già hanno.

La siccità minaccia di mettere in pericolo alcuni degli ingredienti preferiti dagli americani — salsa per pizza, marinara, concentrato di pomodoro, pomodori stufati e ketchup sono tutti in bilico. E questo non arriva molto tempo dopo una bizzarra, e del tutto estranea, carenza di pizza al sugo e individuale ketchup pacchetti durante il culmine della pandemia di cibo a domicilio.

Ciò si aggiunge anche ai già forti aumenti dei prezzi di frutta e verdura, che sono aumentati da quando è stata dichiarata la pandemia di coronavirus lo scorso anno.

Per i pomodori, i prezzi più elevati potrebbero iniziare a prendere piede presto, se non già, ha affermato Michael Swanson, capo economista agricolo di Wells Fargo.

"Se sei un produttore o un inscatolatore e vedi che questi problemi stanno arrivando, perché non dovresti aumentare i prezzi ora in anticipo?" ha detto, aggiungendo che i consumatori non vedono il prezzo di molti pomodori trasformati consumati fuori casa. "È incorporato nella scheda del menu, ma è un motivo in più per cui i prezzi di Chipotle e Pizza Hut aumenteranno."

In un anno normale, Aaron Barcellos, un agricoltore di Firebaugh, in California, coltiva 2,200 acri di pomodori trasformati. Quest'anno ha deciso di scendere a 900 acri nella sua fattoria, che si trova al confine di Contee di Merced e Fresno. Ha lasciato gli acri rimanenti non piantati, scegliendo di concentrare tutta la sua preziosa acqua su mandorle, pistacchi e olive coltivate su tralicci, colture che richiedono prezzi più alti e rappresentano costi sommersi già significativi.

“Abbiamo otto pollici di pioggia in un anno normale. L'anno scorso abbiamo ottenuto 4 pollici e mezzo ", ha detto. "Abbiamo ottenuto lo zero percento della nostra dotazione di acqua, il che ci ha costretto ad acquistare molta acqua costosa e non ha senso metterla sui pomodori".

Un'erba secca in un campo incolto a Los Banos, California (John Brecher per The Washington Post)

Ha detto che molti coltivatori hanno preso la decisione di utilizzare la loro acqua limitata su colture permanenti - alberi e cose come viti - scegliendo di rinunciare a piantare piante annuali come pomodori, cipolle e aglio, o addirittura lasciando che le colture già piantate appassiscano in condizioni desertiche.

La carenza di pomodori trasformati di quest'anno ha richiesto molto tempo. Gli agricoltori avevano già piantato meno pomodori. Dal 2015 al 2019, un minor numero di paesi ha importato pomodori americani, in parte perché il dollaro era forte, il che ha reso più costosi i pomodori in scatola statunitensi. Ciò ha creato un eccesso di offerta di pomodori della California, ha affermato Rob Neenan, amministratore delegato della California League of Food Producers.

I trasformatori hanno ridotto gli ordini e gli agricoltori hanno coltivato meno acri. Allo stesso tempo, in parte a causa di una guerra commerciale, la carenza globale di lamiere di acciaio utilizzate per produrre lattine per la produzione alimentare ha causato un aumento dei prezzi delle lattine. I principali stabilimenti di lavorazione a Williams, Lemoore e Stockton, in California, hanno chiuso, adducendo maggiori spese di produzione, lasciando meno posti per la vendita ai coltivatori. Le scorte all'inizio del 2020 erano scarse e le forniture si erano ridotte in tutto il mondo.

E poi è arrivata la pandemia. Dai il via all'accaparramento di pomodori.

Frank Muller, un coltivatore di pomodori multigenerazionale e presidente di M Three Ranches a Woodland, in California, nella contea di Yolo, descrive eufemisticamente il mercato dell'anno scorso come "perturbato".

All'inizio della pandemia, lattine di pomodori da galloni erano indesiderate sugli scaffali dei distributori di ristoranti, danneggiando coloro che vendevano all'industria della ristorazione e ad altri settori della ristorazione - inclusi ristoratori, arene per eventi e caffetterie aziendali, tutti chiusi nella primavera del 2020. Nel frattempo, le vendite al dettaglio nei negozi di alimentari - da 5 once di pasta a 28 - once di lattine di cubetti - sono impazzite.

“Se stavi solo vendendo al servizio di ristorazione, non volevano tutti quei pomodori l'anno scorso quando i ristoranti hanno chiuso. Ma se eri nella vendita al dettaglio, eri nel paradiso dei maiali ", ha detto, proseguendo descrivendo l'enorme aumento della consegna della pizza pandemica, che ha esaurito tutte quelle lattine da galloni, seguito da una carenza di ketchup quando sono stati presi i pickup sul marciapiede e i servizi di consegna di cibo tutti quei piccoli pacchetti.

Un operaio raccoglie pomodori a San Joaquin Valley. (John Brecher per il Washington Post)

Oltre al caos del problema dell'approvvigionamento, c'è ancora la minaccia del coronavirus: Migliaia di contadini in tutta la California si sono ammalati sul lavoro. I focolai si verificano ancora, nonostante siano robusti spinte vaccinali.

Muller ha detto che ci sono state pochissime infezioni tra i suoi contadini: i suoi pomodori vengono raccolti meccanicamente. Ora è anche preoccupato per la carenza di lavoratori.

Come la Salinas Valley in California è passata da hot spot covid a modello per la vaccinazione e la sicurezza

"Siamo riusciti a superare l'anno scorso, ma eccoci qui e la forza lavoro non sta ancora tornando a causa dei maggiori sussidi di disoccupazione e ciò ha influito sugli impianti di lavorazione stagionale", ha affermato Muller.

Tutti questi problemi stanno portando a un minor numero di pomodori. I trasformatori hanno frenato la stima di quante tonnellate di pomodori avrebbero contratto quest'anno, scendendo di oltre un milione di tonnellate, e ora anche quello sembra eccessivamente promettente. Muller ha detto che questo è il primo anno in cui i trasformatori non hanno ricevuto tutto il tonnellaggio di pomodori volevano dai contadini. "Quest'anno saranno alcuni dei livelli di inventario più bassi che abbiamo mai visto", ha detto.

I prezzi erano già in aumento. Ad aprile, la lavorazione dei pomodori in tutto il mondo era del 7% più costosa rispetto alle tre stagioni precedenti, secondo il World Processing Tomato Council. E prima che l'ondata di caldo di questa estate colpisse, la California Tomato Growers Association aveva negoziato un prezzo per conto degli agricoltori con le trasformatori di pomodoro è il 5.6 percento in più rispetto alla scorsa stagione di crescita, perché, come dice Muller, le spese degli agricoltori stanno aumentando: "Forniture, carburante, nastro gocciolante, qualsiasi cosa con l'acciaio, lo chiami, sta aumentando".

I pomodori raccolti nella San Joaquin Valley vengono lavorati a Los Banos, in California (John Brecher per The Washington Post)

“I trasformatori di pomodoro hanno strutture molto costose che possono fare solo una cosa. Se non vogliono essere fuori dal mercato, dovranno fare un'offerta per i pomodori piuttosto che lasciare le strutture inattive", ha affermato Swanson, l'economista agricolo.

Questi aumenti di prezzo dovrebbero essere trasferiti alle grandi aziende che contraggono contratti con trasformatori, affermano gli esperti agricoli. Le aziende che hanno profondi legami con i pomodori devono ancora segnalare aumenti di prezzo. Kraft Heinz ha rifiutato di commentare i prezzi di questa storia, così come Campbell Soup, che è un coltivatore oltre che un processore e utilizza circa 2 miliardi di sterline di pomodori ogni anno per la sua zuppa iconica, le bevande V8 e le salse Prego e Pace.

James Sherwood della Morning Star Company, uno dei più grandi trasformatori di pomodori, ha affermato che è difficile prevedere quanto potrebbero salire i prezzi. Ha affermato che i prezzi più elevati non sono solo dovuti alla siccità, ma anche all'aumento dei costi per fertilizzanti, manodopera e gas naturale. E il prossimo anno potrebbe essere ancora più cupo.

"In questo momento abbiamo scorte inferiori e una crisi idrica", ha detto Sherwood, "e per il prossimo anno ci sono agricoltori che prendono decisioni sulle colture in base alla loro assegnazione di acqua. I serbatoi sono tremendamente, storicamente bassi in questo momento e questo è preoccupante.

Ma molte di queste decisioni aziendali sono state prese prima della recente ondata di caldo record. La contea di Fresno, il principale produttore di pomodori, ha registrato un lungo periodo di temperature a tre cifre. Yolo, Kings, Merced e San Joaquin sono i secondi più grandi in termini di produzione di pomodori e tutti e cinque sono nella categoria "siccità eccezionale", il livello più alto in Mappa della siccità negli Stati Uniti. Le condizioni di grave siccità hanno avvolto quasi tutte della massa continentale della California, con la pioggia e le nevicate dello stato ben al di sotto della media e la sua rete di serbatoi che contengono molta meno acqua del solito.

Muller ha detto che in un anno tipo ne ha stanziati tre o quattro piedi d'acqua per ogni acro di terreno agricolo che necessita irrigazione. Quest'anno ha ottenuto un minimo di un piede, solo 3.6 pollici di acqua per acro. Molta meno pioggia del solito, così come molta meno acqua per l'irrigazione del solito, significa che i coltivatori devono ricorrere alle falde acquifere, che sono più costose, per salvare i loro raccolti.

Greg Pruett, amministratore delegato di Ingomar Packing Company, si trova in un campo incolto. (John Brecher per il Washington Post)

“Nella contea di Yolo, abbiamo acque sotterranee relativamente stabili e il rifornimento della falda acquifera. È come avere soldi in banca, quindi stiamo pompando acqua da terra come un prelievo”, ha detto. “Stiamo solo incrociando le dita affinché la falda freatica si mantenga. Ciò ha causato un livello di preoccupazione completamente nuovo".

Greg Pruett, amministratore delegato di Ingomar Packing Company a Los Banos, una partnership di quattro coltivatori, afferma che la situazione sarà notevolmente peggiore l'anno prossimo, perché mentre ci sono stati livelli ragionevoli di giacimento in questa stagione di crescita, che sarà completamente esaurito da coltivatori che si rivolgono alle acque sotterranee.

Venerdì, il Consiglio statale per il controllo delle risorse idriche della California ha emesso un ordine che impedirebbe agli agricoltori di rivolgersi a fiumi e torrenti nei bacini idrografici dei fiumi Sacramento e San Joaquin, rimuovendo un'altra fonte d'acqua in un anno di estrema siccità.

"I coltivatori avranno la peggiore situazione idrica di sempre entro la fine di questa stagione di crescita", ha affermato Pruett. "Il costo aumenta quest'anno - in acqua, lattine, tutti gli altri ingredienti, manodopera, trasporti - tutte queste cose si sommano a una forte inflazione dei costi. E questo impallidisce rispetto a quello che accadrà il prossimo anno".

In conclusione, dice: se la siccità continua e la falda freatica scende in modo significativo, molti coltivatori potrebbero non piantare pomodori l'anno prossimo.

I pomodori vengono raccolti nella San Joaquin Valley dalla Ingomar Packing Company. (John Brecher per il Washington Post)
Una fonte:  https://www.washingtonpost.com

Leggi AnchePost

Next post

Consigliato

Ben tornato!

Accedi al tuo account di seguito

Crea un nuovo account!

Compila i moduli sottostanti per registrarti

Recupera la tua password

Inserisci il tuo nome utente o indirizzo e-mail per reimpostare la password.

Totale
1
LinkedIn